Antonio De Luca, nato a Pompei nel 1977, vive e lavora a Vercelli.
La sua poetica, legata in primo luogo alla figura femminile e ai temi della natura, è espressa attraverso diversi linguaggi artistici: dalla pittura a olio, all’acquerello, alla ceramica, all’installazione.
Tecniche interpretate con originalità sia nella scelta del taglio dell’immagine che nel rapporto dell’opera con lo spazio circostante, grazie soprattutto all’utilizzo della ceramica che si fa “espansione” e continuazione della tela al di là del suo spazio, rendendola un tutt’uno con la realtà ambientale in cui si trova.
Dal 1995 ha al suo attivo numerose mostre personali e collettive.
Ha esposto presso la galleria d’arte Il Vicolo di Genova e Milano con le mostre personali A Macchia d’olio (Genova -2011 catalogo con testo di Alberto Zanchetta)), Sweet Lines (Genova – 2014), Delicate trame (Milano – 2015). Nel 2011 una sua installazione a cura de Il Vicolo è stata presentata nella mostra Bestiario – Mitologia del contemporaneo presso il Museo di Sant’Agostino, Genova.
Ha realizzato per le Edizioni Il Vicolo una serie di unicum Espansioni fra le mani.