SELVA DOMESTICA – MATTEO GIUNTINI

Inaugurazione giovedì 7 febbraio 2019, ore 18.30
Via Maroncelli 2 – Milano

La galleria d’arte Il Vicolo prosegue la sua attività espositiva 2018-2019 con la mostra Selva domestica di Matteo Giuntini e segna anche l’inizio di una collaborazione con l’artista che ha al suo attivo la realizzazione dello storico calendario delle Poste Italiane e illustrazioni per il brand di Valentino.In esposizione una serie di tecniche miste su tela di grandi dimensioni, oltre a carte e ceramiche realizzate appositamente per la galleria.In Selva domestica Giuntini prosegue il suo lavoro di artista visionario attraverso un linguaggio che nasce da un’ironica analisi introspettiva, spesso al limite del grottesco.In questa nuova serie di lavori indaga sullo spazio quotidiano, intimo e domestico, pervaso però dal mondo dell’immaginazione.Gli elementi di “casa” si sovrappongono così alla memoria di animali, piante e situazioni di altri luoghi.Il paesaggio intimo dell’interno si trasforma e si allarga nella libertà di un esterno esotico ma pur sempre famigliare, come la casa di un Tartarino di Tarascona pronto a partire per eroismi più immaginati che vissuti.

 

Biografia

Matteo Giuntini nasce a Livorno nel 1977.
Conclusi gli studi artistici si dedica alla ricerca del proprio linguaggio attraverso la pittura, il disegno e l’illustrazione.
Inizia il suo percorso professionale nel 2005 a Firenze, da lì in poi si susseguono numerose collettive e personali in gallerie e spazi pubblici sia In Italia che all’estero. Ha collaborato con case di moda ed aziende. Nel 2014, per Mc Cann World Group e Poste Italiane, illustra lo storico calendario con una tiratura di 500.000 copie mentre nel 2017 la casa di moda Valentino lo incarica di realizzare illustrazioni per il brand che utilizzeràsui propri capi.
I suoi lavori nascono da un’ironica analisi introspettiva e giocano con l’intimità di ognuno di noi creando mondi spesso al limite del grottesco.
L’artista ha realizzato appositamente per la galleria d’arte Il Vicolo le tavole per il calendario 2019.

Lascia un commento