Japan My Love

Giovedì 17 novembre Maroncelli District sarà teatro di una serie di mostre per l’evento JAPAN MY LOVE e il Concorso Arte Milano 2016.

Galleria d’arte Il Vicolo partecipa ospitando la mostra di due artisti giapponesi Takeo Ikegama e Akiko Noda insieme all’italiano Antonio De Luca.
Takeo Okegama presenta una serie di chine eseguite con il metodo tradizionale “tarashi komi” mentre Akiko Noda, glass artist, presenta alcune opere in vetro. Antonio De Luca dialogherà invece con questi mondi espressivi attraverso le sue opere in carta e ceramica.

In ocasione di JAPAN MY LOVE promosso da Hidetomo Kimura fondatore del Concorso Arte Milano 2016 (C.A.M) in collaborazione con la Galleria Carte Scoperte e Luciano Tellaroli, saranno esposti nelle gallerie, show room e nelle affascinanti locations di Maroncelli District, i dieci artisti vincitori della competizione C.A.M che hanno visto oltrequattrocento adesioni da parte degli artisti giapponesi residenti in Giappone. Sono iniziate già dal Gennaio 2016 una serie di importanti eventi promossi in collaborazione con l’Ambasciata Giapponese per ricordare le relazioni iniziate nel lontano 1866 tra l’Italia ed il Giappone. Le celebrazioni sono state battezzate dalla bellissima mostra dedicata a Botticelli, esposta al Tokyo Metropolitan Art Museum e non ultima la grande mostra di Milano a Palazzo Reale inaugurata il 22 settembre dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro, che presenta una selezione di oltre duecento xilografie e libri illustrati provenienti dalla collezione dell’Honolulu Museum of Art.

L’evento JAPAN MY LOVE  in Maroncelli District promuoverà Milano come trampolino per la seconda tappa importante del percorso internazionale del Concorso C.A.M che si inserisce nei festeggiamenti per il 150° anniversario dei rapporti diplomatici tra Italia e Giappone: due Paesi la cui storia è stata portatrice di valori insuperati nell’Arte da secoli. I dieci artisti sono stati selezionati da una giuria composta dal Presidente Hidetomo Kimura, da Luciano Tellaroli anima collante del Concorso e da Mr. Sakurai Hiroshi, Presidente della Dassai, una storica casa produttrice di Sakè, e da Kataoka Tsurutaro celebre e pluripremiato attore e artista affermato.
Completano la Giuria Andrea Zardin, segretario del Circolo Filologico Milanese e Gianni Zardin, gallerista storico.

Lascia un commento